La Teoria dei quanti

La meccanica quantistica è la teoria, attualmente più completa, in grado di descrivere il comportamento della materia, delle radiazioni, e delle reciproche interazioni.

Come caratteristica fondamentale, la meccanica quantistica descrive le radiazioni, la materia, sia come fenomeno ondulatorio, che come entità particellare, al contrario della meccanica classica, dove la luce è descritta come un’onda, e l’elettrone come una particella.

La meccanica quantistica rappresenta, assieme alla teoria della relatività, la nascita della fisica moderna, ossia il principio della relatività ristretta che è a fondamento della fisica atomica, della fisica nucleare e subnucleare, della fisica delle particelle, della chimica quantistica.

Alla fine del diciannovesimo secolo, infatti, la meccanica classica appariva incapace di descrivere il comportamento della materia e delle radiazioni elettromagnetiche dell’atomo, in particolare le realtà della luce e dell’elettrone Tale limite fu la motivazione principale che portò, nella prima metà del ventesimo secolo, allo sviluppo di una nuova fisica, diversa, come l’energia, o i suoi movimento angolari, che possono variare soltanto di valori discreti, detti quanti, teoria introdotta da Max Plank, agli inizi del novecento.

La fisica quantistica, quindi è, scientificamente un progresso, sostenendo, come provato, che l’energia è anche coscienza, intelligenza, ma ha bisogno ancora di qualche approfondimento.

Difatti, una delle scoperte più affascinanti è che, nel mondo quantico, opera la legge della non località. Questo significa che due particelle di energia, pur essendo molto distanti, anche a migliaia di kilometri, comunicano tra loro, nelle stesso momento, come se fossero una sola intelligenza, od un intelletto specifico.

Ciò vuol dire che siamo fondamentalmente uniti in un unico corpo cosciente, come nel nostro corpo fisico, in cui tutto fa capo all’intelletto ricettore che, in tal modo, interagisce. Così è la natura che essendo pura energia, o intelletto cosciente, condensa, anche se in posti diversi, tutta la materia, in pensiero cosciente.

Si è scoperto pure che, in un atomo, ossia nel nucleo centrale, il protone a carica positiva, agisce sugli elettroni negativi, in modo analogo a quello con cui il Sole agisce sui pianeti del sistema solare.

Ma, per essere precisi, di che cosa è costituita la materia ? Di atomi. Quindi l’atomo è la base della materia fisica, noi compresi. E, all’interno del nucleo dell’atomo, esiste un universo, misconosciuto, a cui si è dato il nome di Spazio Quantico, nel quale opera la legge di non località che significa che siamo Uno, e le distanze sono un illusione in quanto la materia non è altro che pura energia intelligente, condensata in forme differenti (locali).

I fisici quantistici hanno inoltre scoperto che l’atomo, pure essendo vuoto, contiene nel suo centro un Bip ( informazione- pensiero cosciente.). Ed hanno pure in esperimento la legge di attrazione, simile vuole il simile, ma tutto è ancora materia di studio e noi non siamo in grado di giudicare i calcoli possibili.

Gli scienziati di Google, difatti, potrebbero aver realizzato il Computer del futuro, chiamato Sycamore, un elaboratore capace di risolvere, in 3 minuti, calcoli che, agli altri computer più potenti della Terra, richiederebbero 10.000 anni, riferendoci al SUMMIT, il super-computer IBM della NASA.

Il mostro, in questione, sarebbe equipaggiato con un processore quantistico, messo a punto da un team di ricercatori, guidati da John Martins. Si ricorda che un oggetto quantistico può assumere, nello stesso istante, due diversi stati, i qubit, che, insomma, possono essere 0 e 1, contemporaneamente.

Voglio, però, concludere con una mia convinzione. L’ universo è dentro di noi, come noi siamo dentro l’universo. E le leggi che regolano ogni cosa sono le leggi dell’amore. Diventare uno con tutto, non è solo un pensiero filosofico, ma una realtà scientifica. L’universo sarebbe come un ologramma dove ogni singola parte è espressione della totalità, e viceversa. Il nostro universo, insomma, dovrebbe essere un immenso ologramma.

Infine : In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il verbo era Dio. Ma il vero significato di verbo, potrebbe essere vibrazione, ossia corde di violino, stringhe, superstringhe.

Ed AUM, mantra sanscrito dei Veda, significa mente, intelletto. E le lettere AUM significano passato presente, futuro . I concetti sembrano equivalenti, ma potrebbero portarci a scoprire che la Teoria delle stringhe è un serio tentativo di arrivare alla Teoria del Tutto (TOE ), in grado di spiegare tutti i fenomeni fisici conosciuti.