La nostra aula

Quando noi,
c’incontreremo,
il passato,
tornerà.

Sempre in te,
ci fu il ricordo,
la nostr’aula
t’era nel cuor.

Quante volte
hai tu sognato,
alla campana,
di rientrar.

Rammenti sempre,
quell’appello,
la sua eco,
risenti ancor.

Ma or,
ma or,
non sei più,
quello d’ allor.

Il tuo banco,
è sempre là,
com’un tempo,
tant’anni fa.

Ma tu,
ma tu,
sei un ricordo,
e nulla più.